oirtrio

Jazz & contemporary music
oirtrio Jazz & contemporary music Treviso musiqua.it
Luogo:
Treviso, Veneto
Cachet:
€ 250 - 1500
Telefono:
non disponibile
Chiedi disponibilità
Musicisti:
Giulio Scaramella, pianoforte
Marco Trabucco, contrabbasso
Max Trabucco, batteria
Non ci sono ancora recensioni.

Gli oirtrio nascono nel 2011, dallincontro di tre musicisti italiani, Giulio Scaramella al pianoforte, Marco Trabucco al contrabbasso e Max Trabucco alla batteria.
Un trio unito dallidea di progetto stabile di costante ricerca, attivo da qualche anno nella scena del jazz italiano e non solo. Un laboratorio che unisce minuziose esposizioni di temi originali, libere improvvisazioni ed illusioni ritmiche. Un coinvolgente sound moderno che cattura lattenzione gi al primo lavoro making friends, per letichetta discografica di Mario Caccia, abeat recors.
Sandrigo, green weeks, young e didi, sono alcuni dei brani contenuti nel disco, che vedono come special guest Klaus Gesing (artista ECM) al sax soprano e al clarinetto basso.
Oirtrio una nuova realt che sta facendo parlare di se vincendo il primo premio al II concorso internazione alla sezione jazz "Citt di Treviso".

GIULIO SCARAMELLA (pianoforte)
Nato a Gorizia il 10 Giugno 1987, inizia gli studi musicali allet di 6 anni. Nellanno 2000 viene ammesso al Conservatorio di musica "Giuseppe Tartini" di Trieste, sotto la guida del prof. Renato Principe. Parallelamente allo studio al conservatorio, Giulio Scaramella integra il suo processo di formazione abbracciando diversi generi musicali, dal jazz al blues, dal funk al rock: svolge unintensa attivit concertistica avendo la possibilit di esibirsi nel Triveneto e in Austria. Suona in diverse formazioni cameristiche, e dal 2009 suona in duo con il violoncellista Giulio Pacini. Nel 2008/2009 si esibisce inoltre in diversi recital solistici con un repertorio che va da Bach alla musica contemporanea. Nel 2009 si diploma con il massimo dei voti e la lode in pianoforte al conservatorio "Giuseppe Tartini" di Trieste, sotto la guida del prof. Igor Cognolato e viene selezionato per rappresentare il conservatorio di Trieste al Premio Nazionale delle Arti a Torino. A giugno dello stesso anno partecipa inoltre alla "Festa Europea della Musica" con un concerto al Castello di Miramare (Trieste), proponendo un programma interamente dedicato alla musica del 900, comprendente improvvisazioni su noti standard jazz. Nel 2010, in duo con Pacini, finalista al Premio Nazionale delle Arti; in questoccasione si esibisce al concerto finale al Ridotto del Teatro Verdi; lesecuzione viene registrata da Radio Vaticana. Attualmente studia Jazz sempre presso il conservatorio di Trieste.

MARCO TRABUCCO (contrabbasso)
Nato a Mestre il 26 Febbraio del 1985, inizia gli studi musicali allet di 10 anni come pianista con Stefano Brentel. Nel 2000 si avvicina da autodidatta al basso elettrico, e, nel 2008 viene ammesso al Conservatorio di musica "Giuseppe Tartini" di Trieste, sotto la guida del maestro Glauco Venier. Qui perfeziona il suo percorso musicale in ambito jazz. Nel 2011 intraprende lo studio del contrabbasso e, parallelamente agli studi musicali, si laurea presso lUniversit degli Studi "Ca Foscari" di Venezia in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo (T.A.R.S).
Svolge unintensa attivit concertistica suonando con musicisti del calibro di Lanfranco Malaguti, Marco Ponchiroli, Andrea Ghezzo, Nicola Fazzini, Tommaso Genovesi, Francesco Clera, Roberto Gemo, Luca Colussi, Marco Carlesso, Lino Brotto . Nel 2012 vince il primo premio al concorso "Blow into the nightfly jazz contest" che lo porta ad aprire il concerto degli incognito allomonimo festival jazz. Suona con diverse formazioni al Trieste loves jazz"; lesecuzione viene ripresa da radio RAI, al festival musicale internazionale "Nei suoni dei luoghi", al Magazzino 26 (Biennale di Venezia), e allauditorium Pollini di Padova. Ha pubblicato due dischi come co-leader col il progetto Trabucco bros (Open | Close " blue serge, Orchestra " caligola records) e un terzo lavoro edito per palomar records con il progetto orchestra laboratorio, capitanato da Giovanni Maier in veste di un particolare "direttore dorchestra". Dal 2012 Marco endorse bassi acustici Furch, plettri essetipicks e corde bulkmusic.


MAX TRABUCCO (batteria)
Nato a Mestre il 9 Apreile 1989, inizia gli studi musicali allet di 7 anni sotto la guida di Alex Giordani e Francesco Clera. Nel 2009 viene ammesso al Conservatorio di musica "Giuseppe Tartini" di Trieste dove approfondisce lo studio del linguaggio jazzistico sotto la guida del M. Giovanni Maier. Parallelamente agli studi musicali svolge unintensa attivit concertistica che lo vede protagonista in diversi teatri e palazzetti del triveneto. Suona con musicisti del calibro di Lanfranco Malaguti, Marco Ponchiroli, Daniele Vianello, Andrea Ghezzo, Roberto Gemo, Nicola Fazzini, Lino Brotto, Paolo Andriolo. Nel 2012 vince il primo premio al concorso "Blow into the nightfly jazz contest" che lo porta ad aprire il concerto degli incognito allomonimo festival jazz. Inoltre si esibisce allauditorium Pollini (PD), al il teatro Goldoni (VE), al il teatro Miela (TS), partecipando ad importanti manifestazioni, rappresentazioni teatrali e festival jazz tra i quali Pordenone summer jazz, suoni di marca ecc. Ha pubblicato due dischi come co-leader col il progetto Trabucco bros (Open | Close " blue serge, Orchestra " caligola records). Nel 2011 pubblica per Piazza Editore il suo primo manuale didattico Diario del batterista. Nello stesso anno finalista al concorso nazionale batteristi (Roma), Festival del ritmo (Reggio Emilia) e Chicco Bettinardi (Piacenza). Dal 2012 endorser per : Tamburo drums, Diril cymbals, Agner Drumsticks, Attack drumheads & Marco Pastorio rims.

Formazione

Marco Trabucco - contrabbasso
Max Trabucco - batteria
Giulio Scaramella - pianoforte

Repertorio

Jazz, brasiliana.
Brani tratti dalla tradizione afroamericana e originali. E' possibile diversificare il repertorio in base alle esigenze.
La durata del concerto è di circa 120 minuti, ma si può prolungare alle 3 ore.
Possibile integrare alla formazione voce o altri strumenti.

Logistica e attrezzature

Totalmente autonomi, ci adattiamo anche ai palchi più piccoli.

Montaggio e spostamenti

Possibili gli spostamenti, il tempo necessario per il montaggio è di circa 30/40 minuti.

Esperienza

Suoniamo regolarmente in Italia ed all'estrero, nei principali festival e teatri del territorio, ma anche in jazzclub e pub.