ACRONIMO - ACϟDC tribute for Bon

Gruppo tributo agli ACϟDC
ACRONIMO - ACϟDC tribute for Bon Gruppo tributo agli ACϟDC Torino musiqua.it
Luogo:
Torino, Piemonte
Cachet:
€ 600 - 1000
Telefono:
non disponibile
Chiedi disponibilità
Musicisti:
Matteo Giovannone (BON) , Vocals
Sergio Cazzola (MALCOLM) , Rythm guitar/backing vocals
Riccardo Rosa (CLIFF) , Bass guitar/backing vocals
Sergio Ponti (PHIL) , Drums
Alessandro Verando (ANGUS) , Lead guitar
Non ci sono ancora recensioni.

Gli ACRONIMO ACϟDC tribute for Bon, nascono con l'intento di presentare al pubblico il repertorio degli ACϟDC dell'era Bon Scott, carismatico ed estroverso cantante che militò nella band fino alla sua prematura scomparsa il 19 febbraio del 1980. Formatasi nel 2006 la band si esibì in alcuni locali riscuotendo un inaspettato successo per la fedeltà nell'esecuzione dei brani. Nonostante i buoni presupposti si sciolse per alcuni motivi legati ai membri del gruppo e ciò contribuì al silenzio per molti anni. Oggi gli ACRONIMO ACϟDC tribute for Bon hanno una nuova line-up ed un nuovo repertorio che comprenderà la maggior parte dei successi degli ACϟDC e di altri brani meno conosciuti. La band è composta da membri provenienti da varie esperienze musicali passate e attuali:

NUADA WALLACE (MALCOLM)
Ideatore e fondatore degli ACRONIMO ACϟDC tribute for Bon. Si avvicina allo strumento a 12 anni da autodidatta e successivamente inizia a prendere lezioni di teoria e solfeggio dai maestri Ettore Cimpincio e Paolo Milano, noti chitarristi del panorama musicale torinese. Oltre ad essere un poli strumentista cantante e chitarrista ritmico e solista ha suonato in tributi a gruppi come Black Sabbath, Jethro Tull, Blues Brothers, Luciano Ligabue, Volusgolia (gruppo di pezzi inediti propri e cover) e altri gruppi minori di cover metal rock passando da generi rock, blues e cowntry. Dal 2007 al 2010 collabora con il noto tastierista e creatore di jingle pubblicitari e colonne sonore per film e cortometraggi Henoel Grech per una serie di concerti emozionali supportati da immagini su grande schermo in piazze, teatri e palasport partecipando a manifestazioni come gli Europei di ginnastica ritmica (alla presenza del Sindaco e della giunta comunale oltre a 20.000 persone al palaisozaki di Torino) e ai campionati mediterranei di tiro con l'arco. Milita attualmente da 10 anni come cornamusista nei Futhark M.W.M. firm, musica medievale da guerra tutt'ora attuali e con i quali ha registrato 10 lavori in studio e suonato in centinaia di manifestazioni del settore in Italia, Germania, Francia, Svizzera e Danimarca.

RICCARDO ROSA (CLIFF)
Dopo un'adolescenza passata ad ascoltare quasi solamente musica classica-sinfonica, verso i 14 anni scopre e si appassiona alla musica rock-pop di quegli anni, ma soprattutto nasce l'amore per uno strumento fino ad allora sconosciuto: il basso elettrico. Inizia un periodo di applicazione sullo strumento e sperimentazioni tecniche e di registrazione multitraccia, tutto "rigorosamente" da autodidatta, e di conseguenza le prime collaborazioni con musicisti dell'ambito torinese che porteranno alla nascita del gruppo musicale dei "Bats" (1980-1984), con repertorio di cover e musica propria, poi trasformatisi nei "Withe Crystal" (1984-1987), esclusivamente pezzi propri di cui alcuni scritti ed arrangiati da lui stesso. Dopo lo scioglimento, nel 1989 viene contattato ed entra a far parte del gruppo hard-rock "Purple Angels" (coi quali aveva già collaborato come fonico e che fino al 1995 saranno, insieme ai "Broken Glass" e gli "Elektradrive", fra i gruppi di spicco della situazione rock piemontese), incidendo l'omonimo lp "Purple Angels". In contemporanea e con la stessa formazione fonda i "F.E.A.R.S." (gruppo cover), la "Rigos Band" col primo cantante Enrico Rigolli (gruppo cover), il progetto "Beatles in Rock" (rivisitazione dei classici dei Beatles riarrangiati in chiave rock e tutt'ora in attività) e, dopo la sostituzione della voce solista e l'inserimento di Luca Re, rifonderà con gli stessi musicisti il gruppo garage "Sick Rose" (1993-1995), al quale daranno una impronta punk-rock con cover e brani propri. Nel 1995 avviene lo scioglimento di tutti i gruppi finora elencati, e dalle cui ceneri nascerà la sua collaborazione con Fabrizio Fratucelli ("Fabrizio Fratucelli Project" 1995-2001, tributo Rainbow), ma soprattutto con Luca Re e Alberto Fratucelli ("Silver Tongues" 1995-2011, cover), gruppo che diventerà la più apprezzata "party band" dei periodi invernali in alta val Susa e Francia (anche grazie all'avvicendamento alla voce solista di Alessandro Negro), e che si esibirà per il concerto numero 1000 nel Giugno 2010 al "Lapsus" di Torino. Nel 1999 al gruppo viene proposta la collaborazione con la EMI da parte di Stefano Bittelli (collaboratore di Vasco Rossi) per il lancio di un nuovo progetto musicale italiano: nascono così i "BIT" che, con l'inserimento di Alberto Vacchiotti (chitarra elettrica) e Gigi Rivetti (tastiere), parteciperanno nel 2000 all'Heineken jammin festival e all'apertura di vari concerti del gruppo "Stadio"; nel 2001 all'ennesima edizione dell'Heineken jammin festival con la presentazione del nuovo singolo, e all'apertura per vari concerti di Vasco Rossi del tour "stupido hotel". Nel 2006 insieme al chitarrista Sergio Cazzola (NUADA WALLACE) e al batterista Luca Giolo fonda gli "Acronimo", tributo Bon Scott, che dopo un lungo periodo è in fase di riproposizione con una nuova formazione.

A questi membri originari si sono aggiunti:

SERGIO PONTI (PHIL)
Si avvicina allo strumento prima da autodidatta, poi sotto la guida del M° Furio Chirico, frequentando l'intero corso di studi (1996-2001), affiancandolo a lezioni private con Mike Quinn, Marco Minnemann (Munster, Germania, tra il 1999 ed il 2002), Jim Chapin (Los Angeles, 2001), Jay Dittamo e Billy Ward (New York, 2002). Fonda nel 2000 la Mystery Band, formazione dedita alla riproposizione della musica di Frank Zappa, che ottiene ottimi consensi a livello internazionale, esibendosi anche con musicisti che hanno militato nella band dello stesso Zappa, tra cui: Ike Willis, Arthur Barrow, Ed Mann e Bobby Martin. Nel 2002 e 2003 è in tour con Mike Keneally, anch'egli chitarrista/tastierista con Frank Zappa e Steve Vai. Nel 2004 inaugura la cattedra di Batteria presso l'Istituto Musicale della Valle D'Aosta, sezione sperimentale. Nello stesso anno è impegnato con la band folk/rock Egin in un lungo tour nazionale di oltre 80 concerti. Con l'Ensemble Karelic/Imperial vince il premio di critica e pubblico al festival "Strade del Cinema" di Aosta, suonando batteria e vibrafono. E' batterista dell'orchestra SFOM, formata dai docenti dell'Istituto Musicale della Valle D'Aosta, con cui partecipa a vari festival e concerti, tra cui "SFOM Orchestra Plays The Music Of Frank Zappa". Sempre nel 2004 inizia la collaborazione con la progressive metal band Illogicist, che lo porterà ad esibirsi in tutta Europa, nei maggiori festival e sale da concerto, in un lungo tour terminato nel 2006. Nel 2005, con I Modali, vince il premio del pubblico al festival "Strade Del Cinema" di Aosta, suonando batteria e marimba. Con la formazione Beggar's Farm inizia un percorso, attivo tutt'oggi, di riproposizione filologica dei classici del progressive rock. La band, già molto conosciuta a livello nazionale, lo porta a collaborare con i più grandi esponenti del genere: Ian Anderson, Clive Bunker, Barriemore Barlow, Mick Abrahams, Glen Cornick, Dave Pegg, Jonathan Noyce e Gerry Conway dei Jethro Tull, Bernardo Lanzetti e Lucio Fabbri della Premiata Forneria Marconi, David Jackson dei Van Der Graaf Generator, Francesco Di Giacomo, Vittorio Nocenzi e Rodolfo Maltese del Banco Del Mutuo Soccorso e John Weathers dei Gentle Giant. Dallo stesso anno è molto attivo sulla scena blues nazionale, soprattutto con la Big Harp Blues Band, formazione con la quale suona oltre 400 concerti in Italia, Svizzera e Germania. Nel 2006 si unisce ad Ephel Duath, band di musica sperimentale in bilico tra sonorità jazz e musica estrema, con la quale suona in tre tour europei che toccano Regno Unito, Francia, Germania, Austria, Repubblica Ceca e Svizzera. L'esperienza con la band culmina nell'esibizione, il 24 giugno 2007, all'HellFest di Clisson (Francia), davanti a 22.000 persone. Sempre nel 2006 è sul palco a Novi Ligure con i Beggar's Farm, supportando l'esibizione flautistica di Ian Anderson e Andrea Griminelli. Dal 2007 intensifica notevolmente l'attività didattica e concertistica, sempre come batterista della band Beggar's Farm e Big Harp Blues Band, suonando nei maggiori festival europei di progressive rock e blues, oltre che con la band rumena Dordeduh, sorta di "supergruppo" di musica rock d'avanguardia, che riunisce musicisti provenienti da tutta Europa. Con questa formazione, nell'estate 2014 ha suonato ai tre maggiori festival metal a livello mondiale: Hellfest (Clisson, Francia), Wacken Open Air (Amburgo, Germania) e Rockstadt Extreme (Brasov, Romania). Da sempre molto attivo nell'organizzazione di masterclass per batteristi, ha collaborato con Marco Minnemann, Johnny Rabb, Tommy Campbell, Steve Smith, Alex Acuna, Clive Bunker e Billy Cobham.

MATTEO GIOVANNONE (BON), Soprannominato il "Bon Scott italiano" ha una voce carismatica e praticamente identica al grande Bon Scott. Collabora attivamente con svariate band tributo agli ACϟDC in giro per l'Europa con Easy Dizzy, official russian tribute band of ACϟDC, con i quali ha suonato alcune volte insieme al mitico batterista Chris Slade. Concerti eseguiti sia in formazione "classica" (jagger club a San Pietroburgo, Crocus city hall teather, Moskow club a Mosca, sia accompagnati da un'orchestra sinfonica di 40/45 elementi in grandi teatri (Mosca,Minsk,Ekatherinburg). In Germania collabora con gli "Stinger",band tributo e brani propri, coi quali ha inciso due brani del loro album "Disadvantaged" del 2017 (crazy lady e wasteful bas) anno in cui la band si è classificata in prima posizione al "Rock & Preis" come miglior hard rock band e al secondo posto come miglior brano hard rock dell'anno in Germania (The Devil Ride Out).
Con loro ha cantato per la terza volta in Scozia al Bonfest di Kirriemuir (annuale anniversario di commemorazione a Bon Scott). Le altre due ho partecipato coi Buon Scotch, band italiana con la quale ha iniziato l'avventura ACϟDC. In Ucraina ha cantato con alcune band del posto al "Ternopil or Bust ACϟDC festival" nel 2017 e 2018. A Kiev ha cantato con i "Big Gun" al docker pub nel 2017. Nell'album degli Stinger il brano "crazy lady"vede la partecipazione di Tony Currenti (batteria).
Oltre a tutto questo suona anche la batteria in svariati gruppi italiani.

Seguitici prossimamente, non rimarrete delusi!

Formazione

La band è composta da 5 elementi e non può esibirsi in formazione ridotta.

Repertorio

Repertorio basato sui vecchi classici degli ACϟDC dell'era Bon Scott. La durata va da 1.30 a 2.00 ore.

Logistica e attrezzature

Il gruppo richiede un impianto ed ha strumentazione propria.

Montaggio e spostamenti

Dipende dalla situazione e dalle eventuali problematiche che possono accadere. Il gruppo è disponibile per gli spostamenti.

Esperienza

Una decina di concerti all'attivo ma contiamo di farne molti di più nel prossimo anno.