LAME A FOGLIA D'OLTREMARE

Progetto di World Music
LAME A FOGLIA D'OLTREMARE Progetto di World Music Oristano musiqua.it
Luogo:
Oristano, Sardegna
Cachet:
€ 400 - 1000
Telefono:
non disponibile
Chiedi disponibilità
Musicisti:
Lorenzo Lepori , Chitarra
Diego Deidda , Voce
Alberto Coda , Batteria
Massimo Cadeddu , Basso
Simone Pistis , Organetto, Chitarra, Fisarmonica, Armonica
Non ci sono ancora recensioni.

Lame a foglia doltremare un progetto musicale e letterario nato a Bologna nel 2004, inserendosi subito allinterno del panorama musicale del capoluogo emiliano, e contemporaneamente consolidando la propria attivit musicale in Sardegna, regione di provenienza di tutti i componenti.

Lesplorazione e lavvicinamento di mondi musicali anche lontani la sostanza musicale e letteraria delle Lame a foglia doltremare. E un itinerario linguistico e sonoro non lineare e non convenzionale, che si allontana dalle definizioni di genere e stile per viaggiare allinterno delle culture musicali internazionali.

Le Lame a foglia doltremare non hanno mai avuto una sede stabile di riferimento; i cinque musicisti abitano tra la Sardegna e la penisola (Bologna, Modena, Roma). Per questo il campo di attivit si da sempre realizzato come un asse che comunica tra lisola e il continente.
La formazione composta da Diego Deidda (voce), Lorenzo Lepori (chitarra, e voce), Simone Pistis (chitarra, organetto, fisarmonica e trunfa), Massimo Cadeddu (basso) e Alberto Coda (batteria e percussioni).

La band ha allattivo due lavori discografici. Il primo Lame a foglia doltremare (2008) composto da dodici brani che attingono in maniera differente tra culture musicali anche lontane. A suo modo la band strizza locchio alla cultura musicale sarda, sud-americana, africana e mediterranea, con accostamenti e soluzioni vicine alla world music. I testi affrontano tematiche diverse: poemetti goliardici, allegorie, erotismo, guerra, migrazione, satira.

Del 2012 il nuovo atteso lavoro Panem, binu et circenses, disco che conferma in tutti i sensi lecletticit musicale del gruppo, e la sua volont di sconfinare, allontanandosi da clich e percorsi tradizionali. Prodotto dallassociazione culturale Lame a foglia doltremare, allinterno dei nove brani trovano spazio collaborazioni importanti con musicisti sardi e non: Rossella Faa, Alessio "Su Maistu" Mura e Andrea "Lepa" Mura dei Balentia, Sabrina Coda e Tzacatal, Sebastian Mannutza e le percussioni afro-brasiliane dei Marakatimba.