Jacopo Martini Trio/Quartet

Jazz manouche swing Guitarist
Jacopo Martini Trio/Quartet Jazz manouche swing Guitarist Firenze musiqua.it
Luogo:
Firenze, Toscana
Cachet:
€ 600 - 4000
Telefono:
non disponibile
Chiedi disponibilità
Musicisti:
Jacopo Martini, Chitarra
Non ci sono ancora recensioni.

JACOPO MARTINI CHITARRISTA
“Swing Manouche Jazz”

Jacopo Martini è considerato dalla critica internazionale come uno dei più originali interpreti di chitarra nello stile Reinhardtiano.

Ha svolto un’intenza attività concertistica in festival internazionali, Inghilterra, Danimarca, Francia, Stati Uniti, Argentina, Italia, Olanda, Svizzera.

Tra le sue collaborazioni possiamo citare nomi come Stefano Bollani, Franco Cerri, Lee koniz, Angelo Debarre, Stochelo Rosenberg, Gianluigi Trovesi, Enrico Rava, Tiziana Ghiglioni

Ha all’allativo più di venti produzioni discografiche in veste di leader e sidman e produzioni televisive per la RAI.

Dicono di lui:

Jacopo è un grande. Suona alla Django e ne è innamorato, appassionato, che è la cosa più importante per un musicista... Franco Cerri (L’Unità 2011)

Negli ultimi anni, in Italia, la rivalutazione del jazz manouche ha avuto in Martini un abile paladino. Uscito nel 2005 “I nuvoli”, titolo del lavoro discografico ed esordio nel jazz a corde del musicista toscano, è stato fonte di prestigiose critiche in ambito internazionale. La famosa rivista francese Etudes Tziganes annovera Martini come uno dei più originali evocatori della tradizione gitana apparsi negli ultimi anni .Luis Chartret ( Etude Tzigan)

Il suo universo musicale è fresco, raffinato e delicato; se la sua chitarra al vibrato caratteristico è nervosa sugli swing, sa essere pure sensibile e poetica.
Francis Couvreux

Jacopo Martini, nato a Firenze, scopre in Francia nel 2000 il jazz manouche, insieme con Angelo Debarre e Matcho Winterstein. Si può dire che egli ne abbia tenuto a mente la lezione. Meraviglia soprattutto la riappropriazione che egli fa di questa musica. Gli arrangiamenti sono sbalorditivi
Cristof( Django Station)

Disponibile in tutta italia , si esibisce in molteplici formazioni dal concerto per chitarra sola, trio, quartetto, orchestra.

Formazione

Jacopo Martini Formazioni:

Solo Chitarra-Genere Swing Tango Musica Classica Strumentale
Duo di Chitarre o Duo Chitarra e altro strumento Jazz swing manouche Strumentale
Trio- Chitarra Basso Voce genere Swing Braziliano, musette Francese
Quartetto varie formazioni dal jazz allo swing manouche strumenti ospiti:
Clarinetto, Violino, Fisarmonica, Sassofono, Tastiera

Repertorio

Jacopo Martini suona prevalentemente repertorio strumentale di matrice jazzistica, swing, jazz manouche, folclore latino americano, tango.
La durata del concerto può variare a seconda delle esigenze, in base all'evento, la durata di ogni singolo set è di 1h circa

Logistica e attrezzature

P.A.: Di qualità professionale, di potenza e qualità adeguata al luogo del concerto, min. 3 vie, preferibilmente appeso o appoggiato su una struttura staccata dal palco.

MIXER SALA: minimo 8 canali disponibili, minimo 3 aux send pre-post; per ogni canale: hi-pass filter, 4 eq parametrici o minimo 2 parametrici + 2 shelving; di qualità professionale, di costruzione recente, in perfetto stato di funzionamento, delle marche e modelli più diffusi . Prevedere un mic. talkback collegato al palco.

OUTBOARDS SALA: n.1 eq. 31 bande stereo; n. 2 multieffetti digitali, 1 lettore cd. Prevedere una uscita ( stereo ) per registrare con un proprio apparecchio.

MONITOR: n. 3 monitor di qualità professionale della stessa marca e modello, di costruzione recente, preferibilmente con woofer 12”, collegati su tre linee indipendenti.

MIXER PALCO – SE PREVISTO NELL’ALLESTIMENTO: minimo 8 ingressi, di qualità professionale, di costruzione recente, di marche e modelli più diffusi. E’ richiesta la presenza di un fonico di il palco. In mancanza di mixer di palco il mixer sala deve avere 6 aux send pre-4 post.

OUTBOARDS PALCO – SE PREVISTO NELL’ALLESTIMENTO n. 5 eq. 31 bande, 1 multieffetto digitale di qualità professionale.

MICROFONI: vedi lista canali: marche e modelli sono i preferiti. Marche e modelli equivalenti sono accettati.

VARIE: Si richiedono n. 2 sedie senza braccioli per i chitarristi. Si richiede che tutto il sistema audio sia pronto e funzionante all’arrivo dei musicisti. Il tempo a disposizione per il sound check dovrà essere almeno 1 ora .

Montaggio e spostamenti

Gli orari di montaggio e spostamenti sono da valutare in base all'esigenze di ogni singolo evento.
Si possono comunque effettuare spostamenti durante l'evento.

Esperienza

Jacopo Martini Chitarrista compositore.

Biografia:

Nato a Firenze nel 1975. Eredita dal padre, cantante lirico e pittore, la passione per la musica.
A nove anni intraprende gli studi di violino e solfeggio, in seguito si avvicina alla chitarra.
Studia con Flavio Cucchi (istituto Mascagni Livorno) e Alfonso Borghese(conservatorio Luigi Cherubini Firenze) chitarra classica, Riccardo Riccardi (conservatorio Luigi Cherubini Firenze) composizione.
L’esordio come professionista avviene nell’ambito del jazz contemporaneo con una collaborazione discografica che lo vede al fianco di Tiziana Ghigioni, Enrico Rava, Emanuele Parrini, Gianluigi Trovesi e molte altre importanti figure del panorama italiano. La passione e gli approfondimenti sullo stile del chitarrista Django Reinhardt, lo conducono in Francia nella regione dell’Alsazia, a contatto diretto con i chitarristi manouche, apprendendone il vocabolario e le tecniche strumentali, a cui s’ispira per cercare l’evoluzione in un linguaggio più moderno.
Negli anni che seguono, la critica internazionale lo descrive come uno dei più originali interpreti di chitarra nello stile Reinhardtiano.

A ventisei anni avviene la prima uscita discografica come leader; questa consiste in un repertorio di brani originali in cui Martini coniuga la chitarra manouche con un linguaggio contemporaneo e personale. Nel disco figurano Antonello Salis. Nico Gori, Emanuele Parrini. La pubblicazione riscuote numerose critiche positive di riviste specializzate che descrivono l’album come uno dei più interessanti nel “genere”.
Attualmente la sua identità sonora si caratterizza per la varietà delle contaminazioni; dall’improvvisazione radicale al jazz tradizionale e l’utilizzo di chitarra elettrica, acustica e classica, di cui approfondisce gli aspetti tecnici. I temi umani e psicologici legati alla musica lo avvicinano alla psicosintesi di Roberto Assagioli, la meditazione, ed i percorsi che riguardano il rapporto umano con la musica.

Collaborazioni come leader e sideman:

Angelo Debarre, Lee Konitz, Tony Scott, Enrico Rava, Stefano Bollani, Tiziana Ghiglioni,, Antonello Salis, , Gianluigi Trovesi, Stefano Cocco Cantini, Andrè Minvielle, Philip Catherine, Franco Cerri, Fabrizio Bosso, Nico Gori, Claudio Fasoli,, Giancarlo Schiaffini, Jesper Bodisen, Mathias Heise, Tino Tracanna, Mirko Guerrini Beppe Caruso, Alberto Tacchini, Matcho Winterstein, ,Antoine Boyer, Antonio Licusati, Andy Aitchison, Lollo Meier, Simone Zanchini, Paolo Ghetti, Andrè Minvielle, Nicola Vernuccio, Raffaello Pareti , Riccardo Bianchi, Titta Nesti, Claudia Tellini, Tcha Limberger. Adrien Mognard, Sebastien Giniaux, Stochelo Rosemberg, Daniel John Martin,Tommaso Scannapieco, Simone Graziano, William Tatge, Alessandro Galati, Massimo Altomare, Simone Guiducci, Alessandro Lanzoni, Gabriele Evangelista, Mirco Mariottini, Alessandro Dipuccio, Maurizio Geri, Alfio Antico, Luca Di Volo, Dario Cecchini, Franco Nesti, Alessandro Benvenuti, Patrizio Trampetti, Emanuele Parrini Dimitri Grechi Espinoza , Atilio Traiano, Daniele Mencarelli Franco Santarnecchi, Ruben Chaviano Fabien, Piero Borri, Alessandro Fabbri, Fabio Morgera, Lauro Rossi, Ettore Bonafè, Renato Cantini, Renato Cordovani, Stefano Tamborrino, Barbara Casini, Francesco Maccianti, Filippo Pedol, Walter Paoli, Andrea Melani, Dario Napoli, Michele Marini , Giacomo Tosti Giacobazzi,Augusto Creni , Tolga During, Tiziano Tononi , Franco Fabbrini, Matteo Addabbo, Gacomo Riggi, Ilaria Bellucci, Andrea Tacchi, Luca Ravagni, Leandro Bartorelli, Tommaso Novi, Filippo Ceccarini, Simone Santini, Dario Cecchini, Guido Zorn e molti altri.
Collabora con il giornalista musicologo Francesco Martinelli per lo spettacolo Storia del Jazz e Django “vita e musica di una leggenda zingara”


Attività Concertistica (parziale)
2000/2010
Genova Expo 2004 ( Tiziana Ghiglioni, Emanuele Parrini, Giancarlo Schiaffini, Gianluigi Trovesi.)
Pisa Teatro Verdi ( Festival instabile) (Tiziana Ghiglioni, Emanuele Parrini, Giancarlo Schiaffini, Gianluigi Trovesi, Dimitri Grechi Espinoza,)
Firenze Festival fabbrica europa ( Emanuele Parrini presentazione disco”1974 io so”)
Vicchio Giotto Jazz ( Tommaso Papini Nicola Vernuccio)
Milano Ah Um Jazz Festival, (Mirko Guerrini, Nicola Vernuccio, Tomaaso Papini)
Fiesole Teatro Romano ( wiliam Tatge Gabriele Evangelista, premio alla carriera a Nanni Moretti)
Grosseto Cava di Roselle (Franco Cerri, Emanuele Parrini, Daniele Mencarelli)
Grosseto Cassero Grey Cat Festival ( Fabrizio Bosso, Nico Gori, Franco Nesti, Andrea
Melani)
Torino Parco del Valentino (presentazione del disco “ i Nuvoli”
Torino Teatro Regio (Lezione concerto
Cosenza Festival Castrolibero( jacopo martini Quartet)
Scandicci Teatro Studio (Titta Nesti Quartet)
Scandicci Teatro Studio (jacopo martini Quartet)
Firenze Auditorium Flog ( les Italiens)
Firenze Settembre in Piazza della Passera( Les Italiens)
Metaponto Castello Torre Mare ( jacopo martini Trio)
Padova Veneto Jazz Q Jazz club (Franco Nesti Trio)
Firenze Festival fabbrica europa ( Alfio Antico)
Firenze Settembre in Piazza della Passera(Andy Aitchison, Lollo Meier)
Firenze Wine Town Cortile di Palazzo Pitti (jacopo martini Quartet)
Firenze Wine Town Cortile di Palazzo Pitti( Les Italiens)
Firenze Wine Town Palazzo Davanzati (jacopo martini Quartet)
Pisa Jazz Wide (jacopo martini Quartet)
Sarzana Loggia dei Banchi (jacopo martini Trio)
Pitigliano Cortile di Palazzo Orsini (jacopo martini Trio)
2011/2019
Trevi Villa Fabbri (jacopo martini Ruben Chaviano trio)
Torino Jazz Club( jacopo martini Trio)
Londra Boisdale of Canary Wharf (Andy Aitchison, Tommaso Papini, Antonio Licusati.)
Londra quecumbar (Andy Aitchison, Tommaso Papini, Antonio Licusati)
Parigi atelier charonne (Tommaso Papini, Antonio Licusati.)
Parigi Aux Petits Joueurs Resto-concerts (Daniel John MartinTommaso Papini, Antonio Licusati)
Parigi Taverne de cluny( Daniel John MartinTommaso Papini, Antonio Licusati)
USA Northampton Theatre of Music (Adrien Mognard, Tcha Limberger)
Nancy Festival Jazz manouche (Matcho Winterstein Trio)
Copenaghen Aero Jazz Festival (Luca Ciarla Trio omaggio a Grappelli)
Copenaghen Hornbaek Jazz Klub (Luca Ciarla Trio omaggio a Grappelli)
Izola Istria jazz Festival (Luca Ciarla Trio omaggio a Grappelli)
Festival Jazz Di Bolzano(Mirko Guerrini, Nicola Vernuccio, Tomaaso Papini)
Prato Castello dell’imperatore (Mirko Guerrini, Nicola Vernuccio, Tomaaso Papini)
Prato Teatro Politeama (Andy Aitchison, Tommaso papini, Antonio Licusati)
Firenze Pinocchio Jazz (Mirko Guerrini, Nicola Vernuccio, Tomaaso Papini)
Firenze Pinocchio Jazz( Maurizio Geri, Nicola Vernuccio)
Sarzana Festival della Chitarra acustica( Maurizio Geri, Dario Napoli, Augusto Creni , Tolga During)
Firenze Teatro Cantiere Florida (Franco Cerri, Emanuele Parrini, Daniele Mencarelli)
Pisa Jazz Wide Andy Aitchison, Tommaso Papini, Antonio Licusati)
Bologna Jazz Festival Cantina Bentivoglio (Sebastien Giniaux Trio)
Barga Jazz( Mirco Mariottini, Tommaso Papini, Guido Zorn)
Valtidone Jazz Festival(Simone Zanchini, Paolo Ghetti, Walter Paoli)
Pisa Jazz ( Angelo Debarre, Antonio Licusati)
Faenza Zingarò Jazz Club (Alessandro Fabbri Franco Nesti)
Penabbilli Festival Manouche (Jacopo Martini Quartet)
Ferrara Palazzo Savonuzzi ( Maurizio Geri Nicola Vernuccio)
Roma Teatro di Tor Bella Monaca (Maurizio Geri Nicola Vernuccio)
Firenze Fringe Festival (jacopo martini Trio)
Popiglio(PT) Django Festival ( Ospite del Nico Gori Swing 10tet)
Popiglio(PT) Django Festival ( Nico Gori Nino Pellegrini)
Pisa Palazzo Blu Domeniche in Jazz (Jacopo Martini Francesco Martinelli)
Firenze Chiostro del Brunelleschi (Festival Genius Loci (Maurizio Geri Nicola Vernuccio)
Firenze Settembre in Piazza della Passera (Jacopo Martini Trio)
Pennabilli Django Festival (djambolulu duo)
Buenos Aires Internacional de Jazz (jacopo martini Trio)

Radio

Radio 3 Il terzo anello, Fahrenheit, ospite di Marino Sinibaldi in diretta dall’ eur Roma
Radio 3 Dottor Djembè ospite di Stefano Bollani, Davide Riondino e Mirko Guerrini
Radio 2 ( les italiens)
Jazz Radio Fm (London), in diretta da Boisdale of Canary Wharf
Radio Fiesole ( intervista Con Jesper Bodisen)
Radio Vaticana (intervista)
Nova Radio (intervista)
Contro Radio (Intervista)

Attività didattica:

Svolge intenza attività didattica fin dall’inizio della sua carriera.
Dal 1997-2000 scuola Sound diretta da Franco Baggiani

insegna dal 2004 al 2012 nella scuola CAM diretta da Alessandro Dipuccio
2008 Academia musicale di Firenze
2012,2013 Accademia Europea (Firenze)

E’ stato il primo chitarrista italiano a essere invitato in veste di didatta e performer al prestigioso campus (Django In Junne) presso lo Smith College (Northampton) USA

Svariati seminari tra cui:

Prato scuola Verdi seminario con Mirco Guerrini per gli studenti della monash university di melbourne
Presso La scuola il Trillo di Firenze, Seminario residente Italia - Danimarca con Jesper Bodisen e Mathias Heise.
Pisa Centro polivalente S, Andrea con Angelo Debarre
Quarrata Festival Folk con Maurizio Geri
Pisa Teatro Rossi master in chitarra manouche
Festival della chitarra acustica di Sarzana(presentazione del libro la chitarra manouche in italia)


Lezioni concerto

Torino Teatro Regio (con studenti delle scuole medie ed elementari)
Ravenna Palazzo dei Congressi (Università)
Ravenna Teatro Alighieri (con studenti delle scuole medie ed elementari)
Ravenna Liceo Scientifico & Classico
Ravenna Liceo Artistico & Istituto d’Arte per il Mosaico
Firenze Liceo Classico Musicale Dante Alighieri
Seminario Concerto presso la scuola “Salti di Tono” Piove di Sacco (PD)
Pisa Palazzo Blu “Domeniche in Jazz”

Pubblicazioni didattiche:

La chitarra Jazz Manouche libro + dvd edizioni Fingerpicking.net

Collabora con il centro Tiche pedagogia ad orientamento psicoanalitico.






Discografia essenziale:
Leader


Jacopo Martini "I Nuvoli" Felmay 2005
Musicisti:Jacopo Martini (lead acoustic guitar), Antonello Salis (accordion), Nico Gori (clarinet), Emanuele Parrini (violin), Ian Dapreda (vibes), Francesco Federici (rithm guitar), Nicola Vernuccio (double bass)

Jacopo Martini Quartet "Il Viaggio di Renata " Sam records 2009
Musicisti:Jacopo Martini (lead acoustic guitar), Mirko Guerrini (sax, accordion), Tommaso Papini (rithm guitar), Nicola Vernuccio (double bass)


DJAMBOLULU SWING TRIO Visage Music 2016
Musicisti: Jacopo Martini(guitar) Maurizio Geri(Guitar, Voice) Nicola Vernuccio (bass)

Sideman

Tiziana Ghiglioni "Rotella Variation" splash 2003
Musicisti:Emanuele Parrini (violin), Tiziana Ghiglioni(voice), Mimmo Rotella (vocals), Enrico Rava( trumpet), Giancarlo Schiaffini (flicorn bass), Gianluigi Trovesi (clarinet), Claudio Fasoli (sax), Dimitri Grechi Espinoza (sax), Jacopo Martini (electric and acoustic guitar), Franco Nesti (double bass), Tiziano Tononi (percussions)


Tiziana Ghiglioni " so long Flores" Splasch 2004
Musicisti:Tiziana Ghiglioni (voice), Beppe Caruso (trombone), Tino Tracanna (tenor and soprano sax)’ Dimitri Grechi Espinoza (alto sax), Nico Gori (clarinet, bass clarinet, tenor and soprano sax), Emanuele Parrini (violin), Riccardo Bianchi (guitar), Jacopo Martini (guitar), Ian Da Preda (vibraphone), Alberto Tacchini (piano), Franco Nesti (bass), Tiziano Tononi (drums, percussion)

Emanuele Parrini ‎– “1974 Io So Damn If I Know Splasch “2005
Musicisti; Jacopo Martini (electric and acoustic guitar), Tony Schott,( tenor sax) Emanuele Parrini. ( violin)Dimitri Espinoza, (alto sax) Franco Nesti,(bass)Tiziano Tononi,(drum)


Titta Nesti Quartet " Canzoni Censurate" Philology 2007
Musicisti:Titta Nesti (vocals), Jacopo Martini (guitar), Filippo Pedol (double bass), Gabriele Mastroianni (drums), Massimo Santini (actor)

Les Italiens "Verde Luna dancing Hall” Silence 2009
Musicisti: Alessandro Di Puccio (vibraphone and percussion), Francesca Taranto (bass and vocals), Jacopo Martini (acoustic guitar), Stefano Onorati (piano), Alessandro Fabbri (drums), Emanuele Parrini (violin), Luca Gelli (electric guitar and acoustic), Dario Cecchini (baritone and soprano sax), Luca Marianini (trumpet), Simone Santini (alto and sopranino sax), Marco Bini (tenor sax) and Franco Pinzauti (lyricist).

Mario Ramunni “Perception” Rai Trade 2015
Musicisti: Alessandro Lanzoni,(piano) Jacopo Martini.(guitar) Rafaello Pareti,(bass)Renato
Cantini.(trumpet)

Franco Nesti “Versus” 2015
Musicisti: Franco Nesti, Luca Marianini, Andrea Melani, Enio Corsaro, Dario Cecchini, Duccio Bertini,Nicola Cellai, Jacopo Martini, Federico Bertelli, Ettore Bonafè

Maurizio Geri “Swing a Sud” visage 2015
Musicisti maurizio Geri,(guitar) Jacopo Martini,(guitar) Michele Marini, (clarinet)Nicola
Vernuccio, (bass)Claudia Tellini,(voice)Giacomo Tosti Giacobazzi, (accordion)

Dario Napoli “MAKE IT A SUNNY DAY “Drycastle Record 2014
Musicisti: Dario Napoli, Augusto Creni, MaurizioBozzi, Giacomo Tosti Giacobazzi, Maurizio Geri, Tolga During.

Gabriele Mori e i Ragazzi Scimmia “la mistica dei Bars” 2016
Musicisti: Gabrielle Mori e i raggazzi scimmia, jacopo Martini ospite in “Attento a Tutto”

Alessandro Benvenuti “Zio B. “Sam records 2012
Musicisti Franco Fabbrini, Matteo Addabbo, Jacopo Martini, Gacomo Riggi, Ilaria Bellucci, Andrea Tacchi, Luca Ravagni, Leandro Bartorelli, Tommaso Novi, Filippo Ceccarini,

Francesco Tancredi “je suis Brassens” Folk 2017
Musicisti Mirco Mariottini, Jacopo Martini, Ettore Bonafè, Rafaello Pareti

Marco Cresti “Seduto su uno scoglio”
Musicisti: Alessandro fabbri, Massimiliano Calderai, Rafaello Pareti, Jacopo Martini, Luca Ravagni


Raccolte

“Django 100 Italia 1910-2010” Simpaty records 2010


Dicono di lui:

Jacopo è un grande. Suona alla Django e ne è innamorato, appassionato, che è la cosa più importante per un musicista... Franco Cerri (L’Unità 2011)

Negli ultimi anni, in Italia, la rivalutazione del jazz manouche ha avuto in Martini un abile paladino. Uscito nel 2005 “I nuvoli”, titolo del lavoro discografico ed esordio nel jazz a corde del musicista toscano, è stato fonte di prestigiose critiche in ambito internazionale. La famosa rivista francese Etudes Tziganes annovera Martini come uno dei più originali evocatori della tradizione gitana apparsi negli ultimi anni affiancandolo a nomi come Andreas Oberg e Stephane Wrembel… Luis Chartret ( Etude Tzigan)

Il suo universo musicale è fresco, raffinato e delicato; se la sua chitarra al vibrato caratteristico è nervosa sugli swing, sa essere pure sensibile e poetica.
Francis Couvreux

Jacopo Martini, nato a Firenze, scopre in Francia nel 2000 il jazz manouche, insieme con Angelo Debarre e Matcho Winterstein. Si può dire che egli ne abbia tenuto a mente la lezione. Meraviglia soprattutto la riappropriazione che egli fa di questa musica. Gli arrangiamenti sono sbalorditivi
Cristof( Django Station)


Recensioni

AI chitarrista fiorentino è qui chiaramente riuscita una sorprendente operazione musicale. I Nuvoli racchiudono senza dubbio lo spirito della musica Manouche, soprattutto di Django Reinhardt; Martini, però, raggiunge il risultato di portare tali influssi in un mondo nuovo, speciale. La tradizione vi prende tanta vita e arricchisce l’universo jazzistico contemporaneo, connotato dallo swing, di un forte sentimento mediterraneo.
Steffen Basho-Junghans

Il fiorentino Jacopo Martini è uno straordinario virtuoso della chitarra, capace di padroneggiarla in tutti gli stili. Si è recentemente dedicato all’esecuzione di musica manouche, dopo aver suonato in molteplici formazioni di jazz moderno. Da queste esperienze è nata l’idea di riproporre l’impatto sonoro che caratterizzò fortemente la musica di Reinhardt servendosi di arrangiamenti originali e di un linguaggio che risente di esperienze più prettamente jazzistiche.
Davide Mancini (musicastrada)